Articoli nella categoria “#cimettoilcamice

Contro la corruzione nella sanità… noi ci mettiamo il camice!

camici_gruppo

 

“Contro la corruzione nella sanità, noi ci mettiamo il nostro camice! Da 22 anni siamo un’associazione di studenti di Medicina – Gruppo Prometeo Bologna -  che mettono la faccia e l’impegno per una facoltà e una medicina più giusta! Perché essere medico e fare medicina non vuol dire solo sapere a memoria delle nozioni!”

Per sostenere la battaglia di Riparte il futuro per la trasparenza della sanità italiana dobbiamo essere in tanti e anche tu puoi fare la tua parte:

Lavori nel settore sanitario? Mandaci una tua foto con il camice e una breve dichiarazione per spiegare le ragioni della tua adesione.

- Non sei un medico ma hai parenti, amici, conoscenti dottori, infermieri, ortopedici, dentisti? Chiedigli di aderire segnalandogli questo post!

Le foto e dichiarazioni per #cimettoilcamice vanno mandate a foto@riparteilfuturo.it.

Consiglialo anche al tuo medico di fiducia :)

GUARDA TUTTI I CAMICI >>

 

 

 


Contro la corruzione #cimettoilcamice: Angela Palasciano, medico del 118

10/03/2014 - in #cimettoilcamice

commenti

Sono medici, barellieri, infermieri, operatori sanitari e hanno deciso di fare la propria parte contro la corruzione che inquina la sanità italiana. Per dimostrare che sono la maggioranza e che non hanno paura di contrastare quell’illegalità che rischia di compromettere la forza e di minare la fiducia nel Servizio sanitario nazionale, hanno deciso di sostenere la petizione di Riparte il futuro e di metterci la faccia. Anzi di più: il camice!

Come Angela Palasciano, medico del 118 a Brindisi che dichiara: “Ho aderito per una sanità finalmente trasparente!”

angela-palasciano

 

Aderisci anche tu a Riparte il futuro per difendere il bene più che prezioso che abbiamo: la nostra salute.

Ecco cosa puoi fare:
FIRMA LA PETIZIONE >>
- Se sei del settore mettici il camice: invia  la tua foto (in abiti da lavoro) e la tua dichiarazione all’indirizzo foto@riparteilfuturo.it
E convinci i tuoi amici e colleghi a fare altrettanto!


Contro la corruzione #cimettoilcamice: Mauro Brusa, medico e coordinatore piani di prevenzione e cura

07/03/2014 - in #cimettoilcamice

commenti

Sono i professionisti del settore a sostenere per primi la campagna di Riparte il futuro contro la corruzione nella sanità italiana. Oltre a lavorare quotidianamente per tutelare il bene più prezioso – la nostra salute – medici, infermieri, operatori sanitari di tutta Italia hanno deciso di firmare la petizione e di metterci la faccia (o ancor meglio: il camice).

Mauro Brusa, medico presso i  servizi sanitari territoriali della ASL AL – Distretto di Casale Monferrato, coordinatore dei programmi di promozione ed educazione alla salute della Azienda Sanitaria della provincia di Alessandria, è in nostro testimonial di oggi.

Gli abbiamo chiesto come mai ha deciso di sostenere l’iniziativa:

Mauro_Brusa

-Perché per te è importante difendere l’integrità del mondo sanitario e tener fuori la corruzione?
La risposta del servizio sanitario pubblico ai problemi e bisogni di salute della comunità deve ispirarsi a principi di efficacia e efficienza, ovvero deve fare le cose davvero utili impiegando bene le risorse disponibili, e di equità, di modo che tutti possano accedere ai programmi di prevenzione e cura, in particolare le persone più svantaggiate sul piano socio-economico e culturale. Tutto questo non può avvenire se prevale una logica fondata esclusivamente sul profitto, dove più facilmente si annidano interessi economici e clientelismo.

-Come ti impegni?
Il mio lavoro consiste nel progettare e organizzare attività che promuovano, nei diversi contesti di vita (scuola, sanità, mondo del lavoro, tempo libero), comportamenti e stili di vita salutari e responsabili. L’attuazione e lo sviluppo di questi programmi, nel rispetto dei principi più sopra elencati, viene condotto attraverso la ricerca di collaborazioni e alleanze con enti, istituzioni, mondo del volontariato e dell’associazionismo, che condividono le finalità educative e no-profit delle attività.

-Perché hai firmato la campagna di Riparte il futuro contro la corruzione nella sanità?
Penso che sia importante testimoniare il proprio impegno professionale e contribuire alla costruzione di una rete di contatti fra persone che condividono principi e valori contrari alla corruzione.

Aderisci anche tu a Riparte il futuro per difendere il bene più che prezioso che abbiamo: la nostra salute.

Ecco cosa puoi fare:
FIRMA LA PETIZIONE >>
- Se sei del settore mettici il camice: invia  la tua foto (in abiti da lavoro) e la tua dichiarazione all’indirizzo foto@riparteilfuturo.it
E convinci i tuoi amici e colleghi a fare altrettanto!


Contro la corruzione nella sanità… #cimettoilcamice

06/03/2014 - in #cimettoilcamice

commenti

Sono medici, studenti, infermieri, barellieri. Lavorano negli ospedali, nelle cliniche, nei centri specialistici, sulle ambulanze di tutt’Italia. Si impegnano ogni giorno con passione per visitare, curare, accudire. Sono il volto della sanità che funziona. Sono i primi che pretendono Aziende sanitarie trasparenti e impermeabili alla corruzione, perché sanno che ogni risorsa destinata alla salute è preziosa e non deve essere sprecata.
Ci hanno messo la faccia, il camice, gli strumenti del loro lavoro. Lo hanno fatto per dimostrare che sono la maggioranza e che gli operatori della salute non hanno paura di contrastare quell’illegalità che rischia di compromettere la forza e di minare la fiducia nel Servizio sanitario nazionale.
Per difendere il nostro diritto alla salute hanno deciso di firmare e sostenere la campagna di Riparte il futuro contro la corruzione nella sanità.

Il primo di loro è Federico Tremoloso, 22 anni, studente di medicina dell’Università di Torino (Le Molinette).
Gli abbiamo chiesto come mai ha deciso di sostenere l’iniziativa:

federico-tremoloso

-Perché per te è importante difendere l’integrità del mondo sanitario e tener fuori la corruzione?
Perché possa essere garantito l’accesso universale al servizio sanitario, senza raccomandazioni, abusi e truffe e perché vorrei poter lavorare in un luogo trasparente in cui le potenzialità di ognuno siano considerate per quello che sono e non in base a principi feudali e conoscenze personali.

-Come ti impegni?
Innanzitutto affacciandomi all’ambiente della medicina in maniera non acritica e cercando di immaginare ciò che si potrebbe fare per migliorarlo. Inoltre mi occupo di sanità nel gruppo di Quattrogatti.info, con il quale produco materiale di facile accesso che possa essere utile a chiunque voglia interessarsi all’argomento.

-Perché hai firmato la campagna di Riparte il futuro contro la corruzione nella sanità?
Perché credo che sia un’ottima occasione per cercare di rendere più trasparente e limpida la sanità italiana,

Aderisci anche tu a Riparte il futuro per difendere il bene più che prezioso che abbiamo: la nostra salute.

Ecco cosa puoi fare:
- FIRMA LA PETIZIONE >>
- Se sei del settore mettici il camice: invia  la tua foto (in abiti da lavoro) e la tua dichiarazione all’indirizzo foto@riparteilfuturo.it
E convinci i tuoi amici e colleghi a fare altrettanto!