“C’è anche la tua parte”: chiunque è invitato a dire no alla corruzione e sì all’impegno civico. Incontro evento con don Luigi Ciotti

RIF-bigquote-ciotti

Stasera alle 21 presso la “Fabbrica delle e” in C.so Trapani 91/B a Torino don Luigi Ciotti prresenta “C’è chi dice no”, un libro che racconta una storia normalissima e esemplare allo stesso tempo. Opponendosi nel 2007 all’acquisto di un macchinario inutile, rifiutando una tangente e denunciando l’accadatuto alla Procura della Repubblica, Raphael Rossi, ex vice-presidente dell’Amiat di Torino, fece a suo dire “una cosa normalissima, come fermarsi al semaforo quando e rosso”, eppure il suo gesto ha ispirato la nascita di un movimento: “Signori Rossi. Corretti non corrotti”.

stop_alla_corruzioneIl libro “C’è chi dice no” di Stefano Di Polito, Alberto Robiati, Raphael Rossi, appena uscito in libreria per Chiarelettere, racconta come  i Signori Rossi, sostenitori della campagna Riparte il futuro contro la corruzione, siano diventati un esempio di responsabilità civile e una forza per superare importanti sfide sul territorio.

Gli autori incontrano stasera don Luigi Ciotti presso la sede del Gruppo Abele e Libera Piemonte, in un evento ideato per riflettere sull’importanza dell’impegno civico come argine alla corruzione in Italia e stimolo alla diffusione di una nuova cultura etica nella pubblica amministrazione. Ai partecipanti verrà chiesto di puntare sulle proprie storie personali, sforzandosi di tradurre indignazione e rabbia in azioni positive e propositive, in impegno sul territorio a favore del bene comune.

Siamo tutti Signori Rossi… A stasera!

www.chiarelettere.it