Elezioni comunali 2014
Foggia

Augusto Marasco

Candidato trasparente
candidato trasparente

Candidato trasparente

Alle elezioni comunali 2014 il candidato ha reso trasparente la sua candidatura pubblicando/dichiarando:

  1. Curriculum vitae (scarica)
  2. Situazione reddituale:
    REDDITI DA LAVORO (lordi in euro) 75.893,00
    Redditi da lavoro autonomo + Redditi occasionali + Compenso lordo percepito quale amministratore comunale
    PATRIMONIO
    Abitazione principale Mercedes classe C 2004 (quotazione 5.000,00) Mercedes classe A 2009 (quotazione 5.100,00)
    Rendita fabbricato abitazione principale: € 1.106,00

    ATTIVITÀ FINANZIARIE (in euro) 0
  3. Il candidato dichiara di non avere potenziali conflitti di interesse
  4. Il candidato dichiara di non avere procedimenti giudiziari passati in giudicato o in corso

Impegno

Il candidato s’impegna ad adottare la direttiva “trasparenza a costo zero” e ad attuarla in ogni suo punto.

Dichiarazione personale

Penso che efficienza e rapidità delle decisioni pubbliche a niente servano senza legalità che è il più importante dei fattori dell’arretratezza culturale, sociale ed economica. Sì, anche economica perché scorciatoie e violazioni di legge drogano la concorrenza a svantaggio di chi lavora e intraprende rispettando le regole e si rivelano sempre un costo in più a carico di tutta la collettività. La politica deve fare un salto di qualità formidabile per far diventare il Comune di Foggia e l’economia gravitante attorno al Comune di Foggia un modello di trasparenza e di attrattività di buona impresa e buona occupazione.

Biografia

Nato a Foggia cinquantotto anni fa, è sposato con Edvige e ha due figli: Camilla di 28 e Francesco di 21 anni. Laureatosi in Architettura con il massimo dei voti, libero professionista, ha rivolto la sua attività professionale prevalentemente alla progettazione di edifici e complessi di edilizia residenziale pubblica. Dal 2006 è stato il presidente della rinascita dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Foggia fino al gennaio di quest’anno quando, malgrado le pressioni degli iscritti, ha lasciato per consentire a una nuova generazione di architetti di assumerne la guida. Durante la sua Presidenza, l’Ordine ha promosso concorsi di idee, mostre ed eventi di rilevanza nazionale, come l’ormai celebre “lectio magistralis” che pronunciò a Foggia Carlo Aymonino nel 2008. Il nome di Marasco è indissolubilmente legato anche a “Zemanlandia”, la straordinaria stagione dell’Unione Sportiva Foggia di Zdeněk Zeman, che portò il Foggia dalla serie C alla serie A fino a sfiorare la qualificazione in Coppa UEFA. Vicepresidente dal 1989 al 1992 di quel “Foggia dei miracoli”, ha avuto un ruolo decisivo nella costruzione del team dei Manicone, Rambaudi, Signori, Baiano, Shalimov, Kolivanov, Chamot e dello stesso Pasquale Padalino allora esordiente diciasettenne, oggi “mister” della rinascita rossonera. Dal febbraio 2012 al febbraio di quest’anno, è stato assessore alla Qualità e all’Assetto del Territorio, caratterizzando il suo biennio di amministratore con una forte spinta all’elaborazione del Piano Urbanistico Generale, l’approvazione del Piano dei rischi aeroportuali per l’allungamento della pista del “Gino Lisa”, la collocazione del by-pass dell’alta capacità ferroviaria Bar-Napoli-Roma in una posizione più vicina alla stazione centrale e l’insediamento a Foggia di un importante centro di eccellenza del CNR per la ricerca agro-alimentare.