Elezioni comunali 2014
Biella

Marco Cavicchioli

Sindaco di Biella
candidato trasparente

Candidato trasparente

Alle elezioni comunali 2014 il candidato ha reso trasparente la sua candidatura pubblicando/dichiarando:

  1. Curriculum vitae (scarica)
  2. Situazione reddituale:
    REDDITI DA LAVORO (lordi in euro) 61.469,00
    A quanto sopra occorre aggiungere un reddito da locazione di immobile (quota di 1/3) pari a 2.000,00 euro annui
    PATRIMONIO
    Appartamento in Biella (diritto di abitazione): valore euro 100.000,00
    Quota di 1/2 di immobile adibito a studio professionale: valore quota euro 75.000,00 (gravata da mutuo ipotecario per residui euro 30.000,00)
    Quota di 1/3 casa di civile abitazione sita in Biella: valore quota euro 40.000,00
    Quota di 1/3 di terreni boschivi siti in Biella: valore quota euro 1.000,00
    Quota di 1/2 bilocale in località montana: valore euro 50.000,00 (gravata da mutuo ipotecario per residui euro 30.000,00 circa Autovettura Peugeot 206 CC anno 2006: valore euro 3.500,00
    Scooter Vespa Piaggio anno 1984: valore euro 500,00

    ATTIVITÀ FINANZIARIE (in euro) risparmi di famiglia per euro 190.000,00 circa investiti in titoli di stato, azioni, fondi di investimento e in parte su conto corrente
    Mia moglie è insegnante e consegue un reddito di circa 28.000,00 euro lordi annui oltre ad un reddito da locazione di immobile per euro 6.500,00 annui
  3. Dichiarazione rispetto a potenziali conflitti di interesse:
    L'attività di avvocato libero professionista non presenta ipotesi fisiologiche di conflitto di interessi con l'ente comunale. Naturalmente l'incarico di sindaco della città comporta il dovere di astensione rispetto a qualsiasi vertenza che coinvolga l'ente, sia quale legittimato attivo che quale legittimato passivo.
  4. Il candidato dichiara di non avere procedimenti giudiziari passati in giudicato o in corso

Impegno

Il candidato s’impegna ad adottare la direttiva “trasparenza a costo zero” e ad attuarla in ogni suo punto.

Dichiarazione personale

Aderisco alla campagna perchè ritengo che la trasparenza sia un dovere di ogni cittadino e dunque a maggiore ragione di chi si candida a cariche elettive.