Sei un parlamentare?

Lo scambio elettorale politico – mafioso

La proposta di legge per la riforma della normativa sullo scambio elettorale politico mafioso è in avazanto stato di elaborazione presso la Commissione Giustizia della Camera. Verrà votata in Aula il 15 luglio e in quell’occasione confidiamo in un suo pieno appoggio”

La nostra proposta 

Ad oggi la legislazione non riesce a garantire un’adeguata tutela dall’infiltrazione delle mafie nella vita istituzionale del nostro Paese, poiché l’articolo 416 ter del Codice Penale considera solamente il denaro come termine di baratto in cambio di “protezione” elettorale. Riparte il futuro chiede che la norma venga riformulata con l’aggiunta della voce “altra utilità” tra le ragioni dello scambio, con l’effetto di allargare l’applicazione della legge stessa.
Molto più spesso, infatti, il patto si basa su promesse di informazioni su appalti pubblici, incarichi pubblici e posti di lavoro da garantire ai clan presenti sul territorio, salvaguardia dall’azione repressiva.
Aggiungere “altra utilità” significa riuscire a perseguire anche tutti questi casi.

Il suo impegno

Aderire a Riparte il futuro significa essere disponibili a sostenere e appoggiare in Parlamento la modifca della 416 ter. Si tratta di un primo passo, simbolico, per dotare l’Italia di un efficace apparato legislativo contro la corruzione che sia in linea con gli standard europei, capace di agire sia sul lato della prevenzione che su quello del contrasto. Ci aspettiamo che questo suo impegno iniziale possa sfociare in una collaborazione solida e continuativa.

L’adesione alla campagna dovrà essere diffusa via comunicato stampa al fine di ufficializzare il coinvolgimento.