Intergruppo dei Braccialetti bianchi: al via i lavori anticorruzione, a partire dal voto di scambio politico-mafioso

24/05/2013 - in corruzione

commenti

Ieri 23 maggio presso la Camera dei Deputati è stata ufficializzata e resa nota alla stampa la formazione dell’intergruppo parlamentare cosiddetto dei Braccialetti bianchi. Sono i parlamentari di tutti gli schieramenti politici che hanno aderito alla campagna Riparte il futuro promossa da Libera e Gruppo Abele.
L’intergruppo si occuperà di portare a termine in tempi record il 5° impegno richiesto dai 235.000 italiani firmatari della petizione: modificare l’articolo 416 ter del Codice Penale sullo scambio elettorale politico-mafioso, entro il 24 giugno 2013. Claudio Fava (Sel), che ha presieduto la riunione dell’intergruppo, ha annunciato l’immediata calendarizzazione della modifica e l’intenzione di proseguire con altri importanti provvedimenti nel segno della lotta alla corruzione. L’iniziativa rappresenta un caso eccezionale sia per la velocità con cui i lavori si stanno evolvendo, sia per la grande adesione (circa 150 parlamentari fanno già parte dell’intergruppo) sia per la trasversalità dell’accordo. In rappresentanza delle varie forze politiche hanno parlato e dato il proprio supporto al progetto Rosa Calipari (PD), Emanuele Prataviera (Lega Nord), Mario Sberna (Scelta Civica), Salvatore Micillo (Movimento 5 Stelle), Salvatore Torrisi (Pdl).
GUARDA IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA