>>>ANSA/SCOPPIA CASO GRASSO: PDL AVVERTE, ALTRE MAGGIORANZE? NO, URNE

Al Presidente del Senato Pietro Grasso

Un impegno subito contro la corruzione.

27.825 firme

La lotta alla corruzione è una priorità. La corruzione avvelena il nostro Paese, un sistema dove corrotti e corruttori sottraggono ai cittadini onesti 60 miliardi l’anno (stima ufficiale della Corte dei Conti).

È incalcobile il danno al futuro del Paese in termini di mancato sviluppo, di occupazione e di sostenibilità economica. Con oltre 273.000 firme la campagna Riparte il futuro è riuscita a far approvare dalla Camera la riforma del voto di scambio (416 ter), uno dei modi più insidiosi con cui corrotti e corruttori riescono a penetrare nel cuore delle istituzioni.

Ma questo fondamentale passo non è ancora sufficiente, perché la norma deve ora passare al vaglio del Senato.

Dobbiamo rivolgerci al Presidente Grasso affinché calendarizzi al più presto il 416 ter al Senato in modo da avere, prima della fine dell’estate, uno strumento indispensabile per il contrasto della corruzione.

Riparte il futuro ha fino ad ora dimostrato che i cittadini possono fare la differenza. Per questo è importante firmare e far firmare questa petizione.

Caro Presidente Grasso,

ci appelliamo a Lei affinché il Senato trasformi definitivamente in legge entro l'estate la riforma sullo scambio elettorale politico-mafioso.

La voce di 70 mila persone ha permesso che il percorso della norma si chiudesse velocemente alla Camera, con l'approvazione di 503 deputati in tempi record.

Ora tocca al Senato rispettare gli impegni presi, dare un segnale forte contro la corruzione al Paese e concludere il processo.

Per questo chiediamo a Lei di calendarizzare al più presto in Aula il testo della legge che passa ora al vaglio della Commissione Giustizia del Senato.

"È in gioco la credibilità democratica del nostro paese", ha ribadito Don Luigi Ciotti.

Non possiamo quindi fermarci ora, a un passo dal successo.

Insieme, possiamo riuscire a far ripartire il futuro del Paese. Senza corruzione.

VITTORIA

Luglio 2013

Grazie alla tua firma Pietro Grasso ha risposto all’appello ed è intervenuto per velocizzare il percorso di modifica dell’art.416 ter che disciplina lo scambio elettorale politico-mafioso.

Dopo l’unanimità ottenuta alla Camera la scorsa settimana, il Presidente del Senato ha fatto una cosa che non accadeva dal 2008: ha assegnato la discussione della riforma alla Commissione Giustizia del Senato e le ha attiribuito poteri deliberanti. Questo significa che, una volta approvata dalla Commissione, la modifica diventerà subito legge, senza dover passare dalla votazione in Aula. Possiamo farcela entro l’estate!

Chiediamo adesso ai membri della Commissione Giustizia di concludere la riforma nel più breve tempo possibile, mantenendo integra e garantendo l’interpretazione più ampia all’aggiunta della voce “altra utilità”. Due piccole parole che significano molto per la lotta alla corruzione in Italia!

Siamo all’ultima tappa, la più importante: firma e condividi tra i tuoi amici l’appello rivolto alla Commissione Giustizia perché approvi la riforma entro l’estate.

petizione con change.org