Roberto Saviano invita a firmare la petizione Riparte il futuro

22/02/2013 - in corruzione

commenti

RIF-savianoFB

“La maggior parte dei diritti che ci sarebbero dovuti passano per privilegi. Dove il diritto diventa privilegio c’è spazio per la corruzione e la democrazia diventa baratto. Trovo importante questa iniziativa. Vi invito a consultare il sito e a firmare in suo sostegno. No alla corruzione.”

Con queste parole Roberto Saviano invita a aderire a Riparte il futuro tramite Facebook.
Anche su Twitter dice:

A poche ore dall’inizio del silenzio elettorale la voce di Roberto Saviano a sostegno della campagna è un megafono importante. In questi giorni lo scrittore ha più volte denunciato l’assenza del voto di scambio tra i temi trattati in campagna elettorale. Una questione “dolorosa” che si consuma lontano dalle trasmissioni televisive, dalle piazze cittadine, dalle pagine dei giornali, ma che trasforma in baratto la democrazia.

La campagna Riparte il futuro, in linea con la denuncia di Saviano, vuole agire all’origine del voto di scambio rimuovendo il patto che avviene ad alti livelli criminali, che condiziona scelte strategiche nella vita del paese e che quindi finisce per vincolare la libertà elettorale del cittadino comune. Per questo è stato chiesto a tutti i politici di tutti i partiti di sottoscrivere 5 punti di impegno per la trasparenza, contro la corruzione. Il primo di questi è appunto modificare l’art. 416 ter sul voto di scambio politico-mafioso entro i primi 100 giorni dall’inizio dell’attività parlamentare. Agire sulla legge affinché sia efficace significa anche mettere un freno alla diffusa pratica del voto di scambio. Una buona legge produce una buona cultura.

I candidati che hanno risposto sono circa 850, primo segnale incoraggiante di un percorso che entrerà nel vivo dall’inizio dell’attività parlamentare.
Se uniamo le forze sane dell’Italia potremo combattere con mezzi nuovi la corruzione che da decenni blocca il futuro del Paese.