Articoli con il tag “elezioni 2014

Sindaci anticorruzione: appello ai candidati di Pavia

24/04/2014 - in election day

commenti

pavia-ponte-duomo-Silvan-JuzaPhoto

Si legge su La provincia pavese: “Un braccialetto bianco al polso dei futuri sindaci come emblema dell’impegno anti corruzione. È il simbolo ideato nella campagna Riparte il futuro-trasparenza a costo zero, promossa da Libera, Gruppo Abele e altre associazioni. L’iniziativa si rivolge a tutti i candidati sindaco dei 39 Comuni superiori a 50mila abitanti che rinnoveranno il consiglio comunale nelle elezioni del 25 maggio. Il futuro sindaco di Pavia, quindi, è chiamato in causa insieme ai colleghi di città come Firenze, Bari, Padova, Cremona, Giugliano (Napoli) e altre che rappresentano diverse realtà amministrative e sociali. Ai candidati vengono chiesti quattro impegni precisi in nome della trasparenza: un curriculum vitae dettagliato con tutti gli incarichi ricoperti, eventuali procedimenti penali in corso e quelli conclusi con una condanna anche lieve, la pubblicazione del redditoe del patrimonio, l’autodichiarazione su situazioni di potenziale conflitto di interessi. Nei primi 100 giorni il sindaco dovrebbe impegnarsi ad adottare la delibera “trasparenza a costo zero”.
«Costo zero – spiegano i promotori dell’iniziativa – perché gli atti richiesti comportano una spesa minima per le casse comunali». Nei successivi 200 giorni i sindaci si impegnano ad attuare concretamente la delibera che prevede 5 diritti per i cittadini: conoscere chi amministra, attraverso l’anagrafe degli eletti completa e digitale; controllare la vita economica del Comune con particolare riguardo «a settori più a rischio come le partecipate e le aziende speciali»; adozione di un codice etico comunale (la Carta di Pisa) con sanzioni chiare in ambito amministrativo e politico; partecipazione alle politiche anti corruzione costituendo una tavola pubblica per la trasparenza; garanzia del ritorno alla collettività dei beni confiscati con informazioni e dati sulla gestione dei beni.

A 300 giorni dalle elezioni sarà possibile fare un bilancio del rispetto degli impegni. Viene indicata la scadenza del 21 marzo 2015, in concomitanza con la Giornata della memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie.
La campagna Riparte il futuro chiama i sindaci ad aderire impegnandosi pubblicamente a combattere la corruzione e promuovere la trasparenza. L’iniziativa è sostenuta da una raccolta di firme sul portale internet Riparte il futuro, dove è possibile anche sapere quali candidati avranno aderito impegnandosi «a combattere la corruzione e promuovere la trasparenza».

Attendiamo la candidatura trasparente degli aspiranti sindaci di Pavia e di tutte le altre città al voto!
FIRMA e CHIEDI AL TUO CANDIDATO SINDACO DI ADERIRE su www.riparteilfuturo.it


Election day: vogliamo candidati trasparenti alle elezioni europee e amministrative

16/04/2014 - in election day

commenti

Schermata 2014-04-16 alle 10.35.20

Riparte il futuro, i braccialetti bianchi arrivano in Europa e nei territori!

In occasione dell’election day del prossimo 25 maggio che eleggerà i nuovi parlamentari europei, i sindaci di oltre 4000 comuni, i presidenti di due regioni (Abruzzo e Piemonte) prende il via la nuova grande campagna di Riparte il futuro promossa da Libera, e Gruppo Abele in collaborazione con Avviso Pubblico, Mafia Nein Danke, Libera France e Anticor, che si rivolge ai tutti i candidati delle elezioni europee e delle amministrative per chiedere impegni stringenti di trasparenza, integrità e responsabilità per sconfiggere la corruzione.

A tutti i candidati sindaci, governatori e parlamentari europei chiediamo una candidatura trasparente rendendo pubblici il curriculum vitae, la propria condizione reddituale e patrimoniale, l’eventuale presenza di conflitti d’interesse, la propria situazione giudiziaria. Gli elettori devono conoscere per scegliere e la trasparenza è il primo antidoto per fermare la corruzione.

Ai candidati al Parlamento europeo, tramite la proposta “Restarting the future”, chiediamo di impegnarsi, nei primi 150 giorni della nuova legislatura qualora eletti, a costruire un Intergruppo contro la corruzione e la criminalità organizzata, con tre obiettivi specifici: la ricostituzione della Commissione speciale sul crimine organizzato, la corruzione e il riciclaggio di denaro (CRIM), che dovrà occuparsi di verificare il recepimento della direttiva sulla confisca e riuso dei beni alla criminalità organizzata e proporne l’estensione ai corrotti; la promozione di una direttiva per la tutela di chi denuncia episodi d‘illegalità a cui assiste (whistleblowing) e rompere così il muro dell’omertà; l’istituzione del 21 marzo come “Giornata europea della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”.

Per le elezioni amministrative chiediamo a tutti i candidati sindaci di mettere in cima alla propria agenda la lotta alla corruzione. La petizione è rivolta in particolare ai candidati sindaci dei Comuni capoluogo di Provincia e a quelli che superano i 50mila abitanti e prevede l’adozione, entro i primi 100 giorni della consiliatura, della delibera “trasparenza a costo zero”, con obiettivi precisi e misurabili.

FIRMA PER CHIEDERE TRASPARENZA E IMPEGNO AI CANDIDATI>>