Articoli con il tag “embrioni

Anticorruzione e sanità – Embrioni sul mercato

05/08/2014 - in anticorruzione e sanità

commenti

cornaglia-5
A cura di Paolo Cornaglia Ferraris >>

Medico, editorialista de La Repubblica, Presidente Camici & Pigiami ONLUS

Gli italiani decidono di fare il primo figlio molto avanti con l’età. Bisogna studiare, laurearsi,trovar lavoro e casa, ma anche divertirsi abbastanza a lungo prima di considerare la possibilità di far famiglia oppure, più semplicemente, di avere l’opportunità di sceglierlo. Diventa normale, dunque, che le coppie sterili aumentino e che aumenti la richiesta di fecondazione assistita.
Le leggi che la governano invecchiano molto più velocemente di tecnologia e richieste. Si possono ottenere embrioni da sperma congelato, gameti estratti da maschi defunti e ovociti da donne di qualunque etnia. Ci sono coppie che ordinano un paio di embrioni ad hoc da far impiantare alla donna sterile col contributo degli spermatozoi del compagno/marito o di altri selezionati ad hoc. Embrioni pronti all’uso possono essere congelati in attesa del tempo giusto di impianto oppure impiantati a fresco.
La vendita di embrioni su ordinazione ha attivato industrie che ambiscono a fatturati miliardari. Questo mercato obbedisce a una regola: le donatrici più richieste (bianche e con occhi azzurri) sono poche, per cui vengono scelte tra donne giovani e povere, che si accontentano di meno soldi. Gli embrioni da queste derivate sono più cari (l’eterna legge della domanda e dell’offerta). Ciò corrompe l’etica condivisa sulla riproduzione umana, oppure risponde ai diritti delle persone sterili di avere comunque un figlio? Chi è genitore di embrioni congelati che intende distruggere e non donare né vendere ha diritto di farlo oppure quel diritto è inferiore a quello di chi chiede che quell’embrione diventi un bambino? E se il congelamento dura da troppo tempo, la ricerca scientifica ha diritto di utilizzare quel mancato essere per imparare a gestire le cellule staminali in funzione di una migliore curabilità di malattie mortali? Per ora l’unica certezza è che è sbagliato equiparare la vendita di embrioni con diritti genitoriali protetti dalla legge, così come è sbagliato non dare con rapidità limiti di legge a questa attività medica. Necessari registri, limitazioni sul numero di bambini attribuibili allo stesso genitore biologico, maggiori tutele di chi nasce senza ereditare il DNA dei genitori legali e senza poter conoscere la gente dalla quale deriva.

Per approfondimenti:

1 http://www.consultadibioetica.org/rapporto_medico_paziente.html

2 http://denaro.it/blog/2011/10/10/perche-l-etica-e-necessaria-in-medicina/