Articoli con il tag “Sanremo 2014

Si spengono i riflettori di Sanremo ma non quelli della lotta alla corruzione

26/02/2014 - in corruzione

commenti

bb_sanremo

Il 64° festival della canzone italiana termina con un bilancio positivo per gli artisti in gara che hanno dato il loro sostegno alla petizione di Riparte il Futuro promossa da Libera e Gruppo Abele.

Tra i cantanti che hanno indossato il braccialetto bianco simbolo della campagna il giovane cantautore Renzo Rubino, che ha destato subito l’attenzione di pubblico e critica arrivando ad aggiudicarsi un posto tra i primi tre. E i Perturbazione che hanno ottenuto il premio della critica. Bravi, non soltanto per le doti artistiche ma anche per aver dato spazio sulle proprie pagine social all’appello della petizione, anche altri braccialetti bianchi: Davide Combusti in arte The Niro, Diodato, Bianca e infine Antonella Ruggiero, una veterana dell’Ariston.

Voci fuori dal coro le loro e quelle di molti altri artisti italiani come Daniele Silvestri, Malica Ayane, Niccolò Fabi, Max Gazzè, Fiorella Mannoia, PFM, Afterhours, Marlene Kuntz, Marta sui tubi, Nomadi e Piero Pelù, che da tempo sostengono la campagna.

Alla sensibilità dimostrata fino ad oggi dal mondo della musica, si unisce quella dei circa 400.000 cittadini che chiedono la riforma del 416ter, norma che intende colpire lo scambio elettorale politico-mafioso. Nei giorni di Sanremo si sarebbe dovuta votare in Aula alla Camera questa riforma fondamentale, ma a causa della crisi di governo la data è stata rimandata. Per questo è necessario che i riflettori non si spengano e che la campagna continui ad avere massima visibilità: solo così le nostre richieste non potranno essere ignorate.

Forti dei grandi risultati già ottenuti l’invito di Riparte il Futuro si fa più esteso, si spera infatti che anche altri artisti possano aderire alla campagna per amplificarne la portata, chiedendo alla Camera di promuovere presto questa legge in grado di colpire al cuore i meccanismi che indeboliscono il nostro Paese. Nei prossimi giorni inoltre l’attività della campagna proseguirà con nuovi obiettivi rivolti all’ottenimento della trasparenza in uno dei settori più danneggiati dalla corruzione: la sanità.

Come recitava una canzone che ha fatto la storia del Festival: “si può dare di più!”.

Firma e chiedi agli artisti di firmare!

Anna Anselmi


Sanremo 2014: tanti cantanti col braccialetto bianco per sostenere Riparte il Futuro

21/02/2014 - in corruzione

commenti

diodato

Prosegue il viaggio di Riparte il Futuro tra le voci del Festival di Sanremo per amplificare la petizione contro la corruzione in Italia.

La riforma del 416 ter sullo scambio politico mafioso, voluta da oltre 380.000 cittadini attraverso la petizione di Riparte il Futuro, è oggetto di discussione alla Camera proprio nei giorni della kermesse. Per questo la campagna promossa da Libera e Gruppo Abele ha lanciato un appello ai cantanti in gara per chiedere loro di farsi promotori attraverso la straordinaria visibilità che offre l’Ariston di un tema così importante per il Paese: dotarsi di un’efficace normativa anticorruzione a cominciare dalla questa legge fondamentale.

La sensibilità di molti artisti in gara non ha tardato a farsi sentire: dai loro camerini Big e Nuove proposte si sono schierati, indossando i braccialetti bianchi simbolo del proprio impegno anticorruzione.

perturbazione

Adesso per i sostenitori Big è arrivato il tempo delle ultime sfide: sul palco vedremo esibirsi nuovamente i Perturbazione (nella foto qui sopra con lo striscione di Riparte il fituro), Antonella Ruggiero, Renzo Rubino (nella foto qui sotto) e Frankie HI-NRG , anche lui da tempo sostenitore della legalità tramite Musica contro le Mafie, progetto della rete di Libera.

RenzoRubino

Tra le Nuove proposte hanno aderito anche The Niro, Diodato (nella foto in alto) e Bianca.

Ricordiamo che il primo cantante a indossare il Braccialetto bianco a Sanremo è stato Daniele Silvestri durante la scorsa edizione, ma sono tanti i musicisti italiani che sostengono da tempo la petizione come Malica Ayane, Niccolò Fabi, Max Gazzè, Fiorella Mannoia, PFM, Daniele Silvestri, Afterhours, Marlene Kuntz, Marta sui tubi, Nomadi e Piero Pelù.

Anche le loro adesioni e la forza che arriva dalla società civile sono il segno tangibile di un cambiamento in atto.
Firma anche tu!

Anna Anselmi


A Sanremo “lasciateci… firmare”! (Per la riforma del voto di scambio alla Camera)

18/02/2014 - in corruzione

commenti

Anche grazie alle 380.000 firme raccolte da Riparte il futuro contro la corruzione, la legge sullo scambio elettorale politico mafioso approderà a breve alla Camera (dal 21 febbraio in base al calendario). In questo periodo si tiene la kermesse musicale più famosa d’Italia, il Festival di Sanremo, e l’attenzione dei media sarà concentrata su canzoni e cantanti, oltre ai fatti relativi alla crisi di governo in corso.

C’è a chi Sanremo piace e a chi no, ma l’Italia si fermerà comunque per un attimo a guardare. Chiediamo allora ai cantanti in gara di usare questa straordinaria occasione di visibilità per rilanciare e diffondere la voce degli italiani che sostengono Riparte il futuro: vogliamo l’approvazione della legge in Parlamento.

Vai sulla pagina www.riparteilfuturo.it/musicisti/ e chiedi ai cantanti (magari ai tuoi cantanti preferiti) di impegnarsi a diffondere il messaggio. Ad esempio indossando sul palco il braccialetto bianco, simbolo della petizione promossa da Libera e Gruppo Abele. Accendiamo insieme i riflettori sulla votazione della legge sullo scambio elettorale politico-mafioso: vogliamo il sì della Camera perché la proposta diventi legge a tutti gli effetti!

A SANREMO “LASCIATECI… FIRMARE” >>

sanremo_card_toto2


Lotta alla corruzione sotto i riflettori di Sanremo: si impegnino anche i cantanti!

12/02/2014 - in corruzione

commenti

grazie_dei_fior

Nei giorni di Sanremo 2014 il testo di riforma del 416ter sullo scambio elettorale politico mafioso approda alla Camera, dopo essere stato approvato dal Senato lo scorso 28 gennaio. Circa 380.000 cittadini firmatari della campagna Riparte il futuro, promossa da Libera e Gruppo Abele, attendono da mesi questa riforma fondamentale per la lotta alla corruzione in Italia e per il futuro del Paese.

Impegnata da un anno a sollecitare politica e società civile a fare la propria parte in questa battaglia, la campagna lancia un appello ai cantanti in gara (www.riparteilfuturo.it/musicisti/) affinché utilizzino la straordinaria visibilità del Festival di Sanremo per accendere i riflettori sulla votazione del 416ter.

Questa riforma è un passo fondamentale per spezzare il patto deleterio che lega politico corrotto e mafioso corruttore, vincolando la libertà elettorale e permettendo l’ingresso delle mafie nella vita istituzionale e economica del Paesei. Attualmente però la legge punisce solo la vendita di voti in cambio di denaro e non le ‘altre utilità’ come ad esempio l’assegnazione di appalti, la protezione dalle indagini delle forze di polizia, la promessa di posti di lavoro o di poltrone influenti. Chiediamo dunque ai cantanti di amplificare la voce di Riparte il Futuro e combattere insieme agli italiani questa importante battaglia. Vogliamo il sì della Camera!

A poche ore dal lancio dell’appello, è già arrivata l’adesione dei Perturbazione, in gara a Sanremo nella categoria Big. Ma sono tanti i musicisti che sostengono da tempo Riparte il futuro tra cui Malica Ayane, Niccolò Fabi, Max Gazzè, Fiorella Mannoia, PFM, Daniele Silvestri, Afterhours, Marlene Kuntz, Marta sui tubi, Nomadi, Piero Pelù.

La discussione della legge è prevista in Aula della Camera a partire dal 21 febbraio. È un’occasione fondamentale e il Paese si fermerà a guardare, proprio nei giorni dell’evento nazional popolare più atteso dell’anno, per questo ci rivolgiamo ai cantanti: fate la vostra parte contro la corruzione in Italia!

ACCENDIAMO I RIFLETTORI SUL VOTO DELLA CAMERA >>