Articoli con il tag “seminario

La legalità nelle Pa – Prevenzione e contrasto della corruzione nel sistema sanitario. Bari 25-28 marzo

18/03/2014 - in Libera e Gruppo Abele

commenti


Schermata 2014-03-18 alle 11.24.04

Nei giorni dal 25 al 28 marzo, la Puglia sarà protagonista di un’importante serie di iniziative volte alla prevenzione e contrasto della corruzione nel sistema sanitario e promosse da una vasta rete di soggetti: Regione Puglia, Regione Basilicata, Agenas, le Università di Bari e di Foggia, Ares Puglia, Libera e Gruppo Abele.

Se la giornata del 25 è aperta a tutti previa iscrizione (SCARICA IL MODULO>>) e affronta, in generale e per come da titolo, “la legalità nella Pubblica Amministrazione”, quelle che seguono sono un vero e proprio corso di formazione per gli operatori del mondo della salute.

Tutto giorno 26 vedrà infatti coinvolti i referenti del progetto “Illuminiamo la salute” e della campagna “Riparte il futuro”, che presenteranno le due iniziative e discuteranno di come rendere il sistema sanitario resistente all’opacità e alla corruzione, applicando la normativa vigente e anche grazie al ruolo della società civile.

Nei giorni successivi si svilupperanno gli aspetti più giuridici e settoriali. Il corso di formazione si terrà presso l’Aula XXX dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Bari, in Piazza G. Cesare, n.1.

 


Dalla memoria Riparte il futuro

13/03/2014 - in corruzione, Libera e Gruppo Abele

commenti

card_holden_oriz-1

Quattro autori, otto storie vere, in un percorso a puntate attraverso un’Italia corrotta ma che vuole riscattarsi.
Il 22 marzo a Latina, in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie organizzata da Libera, “Riparte il futuro” presenta con Scuola Holden il progetto “Storie di (stra)ordinaria corruzione”: www.riparteilfuturo.it/holden.
Sarà l’occasione per incontrare alcuni degli autori, ascoltare la loro esperienza, riflettere sull’importanza della narrativa per trasformare la memoria in comunicazione, sensibilizzazione e impegno. Inoltre al seminario interverrà Gennaro Del Prete, Assistente sociale e ex militare di carriera, che ha fatto della memoria il motore trainante della sua vita professionale.
Figlio del sindacalista ucciso 12 anni fa dalla camorra, protagonista di una delle storie narrate dagli autori della Scuola Holden, Del Prete ricorderà l’esempio di suo padre e di come è riuscito a trasformare la grave perdita in impegno civile, studio, volontariato e lavoro sul campo per la diffusione della cittadinanza attiva e dell’educazione alla legalità.

AGGIORNAMENTO:
Si comunica che al seminario non potrà essere presente Gennaro Del Prete. Al suo interverrà posto Francesco Gallo, autore del racconto dedicato a Federico Del Prete.

Questo il programma del seminario “Storie di (stra)ordinaria corruzione. Con Riparte il futuro e Scuola Holden”

22 marzo, ore 15:00/17.30
presso IISS Gailei-Sani – via Ponchielli snc (alla fine della strada), Latina
CLICCA PER ISCRIVERTI >> (partecipazione gratuita fino a esaurimento posti)

Interverranno:

- Laura Ghisellini, responsabile editoriale della campagna “Riparte il futuro” – Presentazione della campagna e del progetto.
- Domitilla Pirro, autrice – Sull’esperienza del gruppo di autori.
- Francesco Gallo, autore del racconto dedicato a Federico Del Prete

Ci vediamo a Latina!

PARTECIPA ALL’EVENTO SU FACEBOOK >>


Vittime della corruzione: la storia di Franco Marcone, un funzionario che credeva nel ruolo dello Stato

14/03/2013 - in Libera e Gruppo Abele

commenti

Francesco Marcone era il direttore dell’Ufficio del Registro di Foggia. Il 31 marzo del 1995 alle ore 19,15 fu freddato con due colpi di pistola nell’androne di casa sua, in pieno centro.
Sarà la figlia, Daniela Marcone, a raccontare la sua storia sabato 16 marzo a Firenze, durante il seminario di Riparte il futuro  alla XVIII Giornata della Memoria organizzata da Libera. Un’altra testimonianza emblematica, insieme a quella di Roberta Mauri, figlia di Ambrogio Mauri, che ci aiuterà a capire quanto possano essere subdoli e deleteri i danni della corruzione sulla vita di una persona.

Anche se il caso è tutt’ora avvolto in una nebbia che a distanza di 18 anni non si ancora è dissolta, anzi sembra venga costantemente alimentata con qualche espediente artificiale, si sa per certo che i mandanti dell’omicidio e probabilmente anche gli esecutori materiali sono ancora a piede libero in città.

fMarcone
Franco, come tutti lo chiamavano, era un funzionario integro che credeva nel ruolo dello Stato, inteso come organismo di singoli cittadini, di fronte all’illegalità. In una città agitata in quegli anni da forti interessi nel campo edile, luogo d’incontro di colletti bianchi, notabilato urbano e pubblica amministrazione, Franco non aveva ascoltato il canto alle sirene della corruzione e si era femamente opposto.
Gli inquirenti non hanno rintracciato la causa scatenante dell’omicidio di Marcone, la cui vicenda giudiziaria si è troncata, nel 2004, con la scomparsa improvvisa di Raffaele Rinaldi, unico sospettato come esecutore materiale, morto in seguito a uno strano incidente in moto. Quello che resta, immobile, nella storia di Franco e della sua famiglia, è una valigia strapiena di domande. Le più normali: Chi? Perché? Quando? Come? E, poi, le più complesse: Da dove è partito l’ordine? Chi ha, in contumacia, deciso di condannare a morte un uomo dello Stato dal rigore estremo?

Quel che resta è un’archiviazione arrivata dopo dieci anni di misteri, “atti maledetti”, criptici indizi di risoluzione, rebus finanche, allusioni, lettere anonime.

Nel novembre del 2005, l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ha insignito la memoria di Franco Marcone con una medaglia d’oro al valor civile.


Riparte il futuro alla XVIII giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie

11/03/2013 - in Libera e Gruppo Abele

commenti

testata_condividi

Appuntamento con Riparte il futuro sabato 16 marzo 2013 a Firenze, in occasione della giornata della memoria e dell’impegno promossa da Libera e Avviso Pubblico. L’evento, giunto alla sua diciottesima edizione, è il doveroso ricordo a quelle 900 persone innocenti  – semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali – morte per mano delle mafie solo perchè, con rigore e coerenza, hanno avuto il coraggio di denunciare e di esporsi.
‘Un terribile elenco – sottolinea Libera – a cui mancano tantissime altre vittime, impossibili da conoscere e da contare’.

La campagna Riparte il futuro sarà presente a Firenze con un seminario dedicato alle vittime di corruzione e alle esperienze di contrasto al fenomeno:

CON LA MEMORIA RIPARTE IL FUTURO www.riparteilfuturo.it

(presso Aula 6 del plesso universitario di Psicologia, via della Torretta 16 Firenze. H: 15:00). Ingresso libero con pre-accredito
Apertura:
Prof. Alberto Vannucci, direttore del Master in Analisi, Prevenzione e Contrasto della criminalità organizzata e della corruzione, Università di Pisa.
Corruzione: “reato senza vittime” o “vittime senza reato”?

La Memoria:
La testimonianza di Roberta Mauri (figlia di Ambrogio Mauri, con un intervento di Monica Zapelli, autrice di Un uomo onesto) e Daniela Marcone (figlia di Franco Marcone)

L’Impegno:
Maddalena Antognoli (Gruppo Abele) e Eugenio Orsi (Latte Creative):
Il progetto “Riparte il futuro”. Obiettivi raggiunti e prossime battaglie

Modera: Leonardo Ferrante, referente per il Gruppo Abele campagna Riparte il futuro

Saremo anche all’arrivo del corteo con un banchetto dove raccoglieremo le firme contro la corruzione: venite a trovarci!

Di seguito il programma della giornata e la mappa con il percorso della manifestazione.

Ore 8:00 i partecipanti si incontrano alla Fortezza da Basso
Ore 9:00 partenza del corteo
Ore 10:45 arrivo del Corteo allo Stadio Artemio Franchi (Via Pierluigi Nervi)
Ore 11:00 Inizio lettura dei nomi delle vittime di mafia sul palco e interventi dal palco
Ore 12:45 Inizio esibizione Fiorella Mannoia
Ore 15:00 Inizio seminari
Ore 17:30 chiusura seminari

Qui la mappa del percorso

Vi aspettiamo a Firenze!